logo metodo studiamo

logo metodo studiamo

Mission

Trasmettere ai ragazzi l’amore per lo studio, motivandoli a dare il meglio di sé con gioia. Perché lo studio è la migliore palestra per crescere e una solida base per il futuro!

CONTATTI
Phone:      348 9308400
E-mail:      studiamoconlucia@gmail.com
Address:   Via della Libertà GENOVA 16129
SOCIAL
FOLLOW:

Metodo StudiAmo

Amare se stessi

Spesso mi chiedete come fare per amare voi stesse.
Non è una domanda banale.
Ci sono talmente tanti ostacoli culturali, psicologici, energetici che sono in poche a saperlo fare.
Partiamo da un paragone per farvi sentire quale sensazione dovete provare: nei confronti del vostro pelosetto, se lo avete, un cane o un gatto, non provate un sentimento di tenerezza, di dolcezza, di amorevolezza che vi scalda il cuore? Se non avete un animale, pensate a qualcos’altro che vi accende questa sensazione di calore, di benessere, di meravigliosa armonia.
Quel sentimento lo dovete provare per voi stesse.
Pensando a voi, dovete farvi tenerezza, sciogliervi dall’affetto che sgorga abbondante dal vostro cuore, dovete sentire che siete qualcosa di amabile, di estremamente caro a voi.
Dovete cominciare ad essere affettuose con voi: regalatevi più attenzione, donatevi più stima, viziatevi.
Il dialogo con la vostra bambina interiore vi aiuterà tantissimo, sia per capire chi siete e cosa vi fa piacere, cosa provate, di cosa avete bisogno, sia per amare ciò che siete, ciò che avete passato, amare la vostra forza, resistenza, il coraggio di tutta la vita che avete vissuto.
Nello stato di coscienza del genitore/adulto potete creare questa relazione con la bambina interiore, anzi è fondamentale che lo facciate: sono due figure reali dentro di noi che interagiscono.  Immaginate di avere una figlia e accendete per lei quell’amore che non avete ricevuto.
Se riuscite ad eliminare il giudizio, la critica, la scontentezza nei vostri confronti, si accende l’amore, perché sono due forze opposte e se non c’è l’una prevale l’altra.
Ma poi, se per i pelosetti siamo capaci di provare tanto affetto, simpatia e amore, perché non possiamo provarlo per noi stessi, perché non possiamo avere atteggiamenti affettuosi con noi, farci coccole, complimenti, congratularci quando facciamo cose belle e consolarci quando inciampiamo in qualche errore. Dovremmo dirci le cose che vorremmo sentirci dire.
Dobbiamo amarci più dei nostri figli anche perché noi esistiamo prima di loro e indipendentemente da loro.
E poi se ci amiamo riusciamo a veder davvero chi siamo e a fidarci di noi e usufruire di quelle capacità profonde che ci aiutano a vivere, oltre a quelle che vediamo. Ricordiamoci che il nostro mondo interiore è un mistero…
E allora perché non andiamo oltre al nostro corpo, al nostro volto, al nostro carattere e non ci soffermiamo sul fatto che siamo figlie della creazione universale?
Il cuore ci deve battere anche per noi come per l’esistenza. Dobbiamo innamorarci di entrambe, di noi e della vita.
Dobbiamo imparare a trattarci bene, anche se non ce lo ha insegnato nessuno.
Noi siamo più importanti di tutto perché se ci mettiamo al secondo, terzo posto, ci mancherà sempre quel collegamento profondo con noi che dà pace, che appaga, che dà il senso della vita.
Gioire di ciò che siamo è amore e dobbiamo accenderlo e manifestarlo ogni giorno.
Fidiamoci e affidiamoci al nostro essere interiore perché è meraviglioso e, se la mente dice il contrario, lo fa perché è gelosa.
Andiamo oltre l’apparenza, oltre i difetti, oltre all’aspetto fisico: la nostra anima deve essere amata da noi perché lei è noi e noi siamo molto più di ciò che sappiamo.
Quindi l’amore si deve accendere perché siamo scintille di luce, siamo esseri grandiosi e siamo qui per manifestare l’energia vitale.
Abbiamo un compito importantissimo e non possiamo farlo senza l’amore per noi stessi.
Sapere questo, e cioè che la Madre-Vita ci ama e ci ha assegnato una funzione per suo conto su questa terra, non ci rende amabili oltre ogni altro motivo?
Please follow and like us:
0

Post a Comment