logo metodo studiamo

logo metodo studiamo

Mission

Trasmettere ai ragazzi l’amore per lo studio, motivandoli a dare il meglio di sé con gioia. Perché lo studio è la migliore palestra per crescere e una solida base per il futuro!

CONTATTI
Phone:      348 9308400
E-mail:      studiamoconlucia@gmail.com
Address:   Via della Libertà GENOVA 16129
SOCIAL
FOLLOW:

Metodo StudiAmo

Buon anno scolastico!

UN RAGAZZO SU SEI ABBANDONA LA SCUOLA: questo, purtroppo, dicono le statiche in Italia.

I ragazzi possono essere aiutati a proseguire gli studi se capiscono COME studiare, perché spesso è un discorso di METODO DI STUDIO ma, non sapendolo, si perdono d’animo.

Studiare, infatti, è un’attività molto complicata dove viene coinvolta tutta la persona del ragazzo. Vediamo come.

Intanto i ragazzi devono porsi l’obiettivo di diventare STUDENTI-PERSONE e non STUDENTI-ROBOT.

Ciò significa che devono diventare GESTORI ATTIVI di tutto il processo di apprendimento, cioè decidere cosa fare e come farlo, e non subire lo studio come se fossero scimmie.

Questa modalità attiva e da protagonisti può nascere solo da una MOTIVAZIONE interna allo studio, che il ragazzo deve appunto ricercare in sé: studiare è un gesto d’amore verso se stesso e non deve essere un obbligo perché lo dicono mamma e papà (anzi, mamma e papà dovrebbero stare un po’ meno con il fiato sul collo…).

Il ragazzo sceglie di studiare, sceglie quali voti prendere e per questo mette in azione UN’ENERGIA, UNA VOLONTÀ e UN’INTENZIONALITÀ che gli faranno raggiungere i risultati che si è prefissato.

Nello studio, poi, il ragazzo deve usare i CINQUE SENSI, sono importantissimi, da non sottovalutare (meglio fare riassunti e schemi scritti o ripetere a voce alta?) e trovare un modo che sia il più divertente possibile, altrimenti il cervello si spegne.

Il ragazzo deve, infatti, inventare con grande CREATIVITÀ un modo originale di studiare, senza dover ricorrere a quelli che gli vengono proposti se vede che per lui non sono efficaci

E poi è fondamentale L’ORGANIZZAZIONE: il ragazzo deve pianificare scrupolosamente i pomeriggi e anche tutta la settimana per poter gestire al meglio il tempo e inserire anche attività sportive, musicali, sociali, ricreative, ecc.

Deve accelerare i tempi di studio tenendo conto che il suo cervello è molto più veloce del nostro. La VELOCITÀ è fondamentale per evitare di annoiarsi.

Le FACOLTÀ COGNITIVE ESECUTIVE (memoria, attenzione, concentrazione) E LE FACOLTÀ COGNITIVE SOVRAORDINATE (riflessione, rielaborazione, pensiero critico), devono essere considerate come cavalli da domare per vincere tutte le prove che dovrà affrontare (verifiche e interrogazioni).

Con la pratica il ragazzo riuscirà a capire come usare queste grandiose facoltà e quindi come sintetizzare, come rielaborare, come memorizzare, ecc. tutte fasi che fanno parte di quel complesso processo che è l’apprendimento.

E poi attenzione alle EMOZIONI: quando sono basse il rendimento è compromesso, il cervello risponde meno, quindi è necessario uno stato d’animo più acceso, più allegro, per attivare veramente tutti i motori della propria macchina.

E così anche la considerazione di sé sarà determinante (la cd AUTOSTIMA) perché se un ragazzo ha delle convinzioni autolimitanti (non valgo, non merito, non sono all’altezza, gli altri sono più bravi di me, ecc.), ecco che le deve smantellare ad una ad una, cercando dentro di sé quelle risorse, quelle qualità e quelle potenzialità che la vita gli ha regalato in abbondanza.

Insomma STUDIARE è UN LAVORO PROFONDO che richiede una grande capacità di INTROSPEZIONE: auto-osservazione, auto-valutazione, auto-regolazione sono tutte attività che il ragazzo deve imparare a fare per gestirsi al meglio nello studio, senza vergogna e senza paura di sbagliare. Gli sbagli sono fisiologici e bisogna coglierne l’insegnamento in serenità, guardando poi ai voti globali (non solo il singolo voto) per verificare se il ragazzo ha trovato il METODO di studio giusto.

Quindi CREDERE IN SE STESSI (perché tutti i ragazzi sono molto dotati) E AVERE VERAMENTE LA VOLONTÀ di andare bene a scuola determineranno ottimi risultati scolastici e per ottimi non si intendono tutti 8-9-10 ma si intende la continuità di studio e la capacità di prendersi le proprie responsabilità, anche facendo qualche scivolone.

Quindi BUON ANNO SCOLASTICO A TUTTI!

E se qualcuno da solo non ci riesce, io ci sono sempre…

Please follow and like us:
0

Post a Comment