logo metodo studiamo

logo metodo studiamo

Mission

Trasmettere ai ragazzi l’amore per lo studio, motivandoli a dare il meglio di sé con gioia. Perché lo studio è la migliore palestra per crescere e una solida base per il futuro!

CONTATTI
Phone:      348 9308400
E-mail:      studiamoconlucia@gmail.com
Address:   Via della Libertà GENOVA 16129
SOCIAL
FOLLOW:

Metodo StudiAmo

La dipendenza affettiva

La dipendenza affettiva è un palcoscenico dove recitiamo la parte delle persone fragili, deboli e incapaci di camminare con le nostre gambe.

La dipendenza affettiva è una bugia che diciamo a noi stesse: pensiamo di non essere amabili, pensiamo di non farcela da sole, pensiamo che l’amore sia diventare un’altra persona rispetto a quello che siamo.

La dipendenza affettiva è buttarci via e buttare via la nostra dignità.

Sentiamo una mancanza d’amore dentro di noi e per riempire quel buco, quella mancanza, vediamo amore dove amore non c’è, chiediamo amore a chi amore non può darci e pensiamo di ricevere amore quando amore non è.

Purtroppo la dipendenza affettiva è una grande recitazione dove la ferita che abbiamo per non essere state amate dai nostri genitori diventa la protagonista di scelte sbagliate.

Cerchiamo, infatti, le stesse forme “d’amore” che abbiamo ricevuto e ci illudiamo che siano vere, sincere, complete e appaganti.

Se per esempio abbiamo avuto una madre disprezzante, troveremo compagni che hanno lo stesso modo perché identifichiamo quel modo materno con l’amore.

E nello stesso tempo chiediamo alla persona di risolvere la nostra infelicità affettiva e di toglierci ogni insicurezza e fragilità che conseguentemente sentiamo dentro di noi.

Chiediamo cioè molto di più al partner, non solo che ci ami ma che ci salvi, che dia un senso alla nostra vita, che diventi lo scopo della nostra vita e che ci dia la felicità combattendo tutti i draghi dentro di noi.

La dipendenza affettiva parte dal fatto che, non avendo ricevuto sufficiente amore, pensiamo di non esserne meritevoli ma anche che la nostra persona sia incompleta e difettosa.

No: noi siamo perfetti, completi e autonomi anche senza amore dei genitori, ma dobbiamo lavorare su di noi a livello psicologico ed esistenziale per capirlo ed evitare di cercare finte soluzioni.

Noi siamo completi e autosufficienti perché abbiamo un corpo fisico, un mondo mentale, emotivo ed un’anima a prescindere dalle esperienze che facciamo.

Noi siamo già nel momento in cui nasciamo, indipendentemente che i nostri genitori ci amino oppure no.

Poi è ovvio che l’infanzia crea ferite dentro di noi, che dobbiamo recuperare l’amore per noi stessi, dobbiamo recuperare la forza ed il coraggio di affermare chi siamo, anche se non siamo stati riconosciuti, anche se non ci è stato dato il permesso di essere dai nostri genitori.

Negli anni centrali della nostra vita la dipendenza affettiva è una strategia che adottiamo per sopravvivere al vuoto affettivo e al dolore che quel vuoto crea dentro di noi.

Ma poi dobbiamo andare oltre e dobbiamo cominciare a guardare la nostra perfezione e la nostra capacità di vivere a prescindere dalle esperienze.

Noi respiriamo nella gioia o nel dolore, noi siamo quello che siamo in qualsiasi circostanza ed è questo senso dell’essere che dobbiamo recuperare.

Dobbiamo prenderci la responsabilità di dirci la verità, non di dirci delle bugie e credere a uomini che non ci amano veramente (ma neanche noi siamo veramente innamorate…).

Perché ci dobbiamo accontentare, perché dobbiamo vivere ad un livello mediocre, perché non aspiriamo al meglio per noi?

Non sono i nostri genitori che non ci hanno amato, ma siamo noi che continuiamo con questo gioco di non amarci e di crederci non meritevoli, brutte dentro e fuori e incapaci di vivere una vera storia d’amore.

La dipendenza affettiva è una delle tante bugie che ci raccontiamo.

Nessuno all’esterno ci salverà: solo noi stesse, usando tutti i poteri che abbiamo per essere forti guerriere e tenaci combattenti alla difesa del nostro essere puro che esiste a prescindere da tutto.

Please follow and like us:
0

Post a Comment